images

Si tratta di una misura di sostegno abitativo introdotta dalla Regione Lombardia a favore dei genitori separati o divorziati, con l'obiettivo di favorire la loro prossimità alla dimora dei figli, anche in seguito alla uscita dal nucleo familiare di origine.

Per accedere al contributo il richiedente dovrà presentare domanda direttamente alle Aziende Socio.Sanitarie Territoriali dove risiede secondo le modalità indicate da ciascuna Agenzia di Tutela del Territorio nel proprio sito instituzionale.

Il contributo è calcolato sulla base del canone  annuo che risulta dal contratto di affitto in essere stipulato dal  genitore stesso. Il contributo riconosciuto è differenziato ed è pari a:
30% del canone di locazione per immobili a canone calmierato/concordato per un importo non superiore a € 2.000;
30% del canone di locazione a prezzi di mercato annuo per un importo non superiore a € 3.000.

La misura scade il 20 dicembre 2017

 

Per migliorare l'esperienza di navigazione, questo sito potrebbe utilizzare cookies sia propri che di terze parti. Per maggiori informazioni clicca qui.

Continuando la navigazione si accetta di utilizzare i cookies.